NOVAMONT partecipa in Emilia Romagna alla giornata tecnica dedicata all’agricoltura biologica nelle colture intensive

  venerdì 26 maggio 2017

Condividi

NOVAMONT partecipa in Emilia Romagna alla giornata tecnica dedicata all’agricoltura biologica nelle colture intensive

Giovedì 18 maggio si è svolta a Gualdo di Voghiera (Fe) la "Giornata tecnica dedicata all'agricoltura biologica nelle colture estensive" a partecipazione libera, organizzata dalla Fondazione per l'agricoltura F.lli Navarra.

Il programma ha previsto un breve ritrovo in aula per introdurre la visita in campo, con un saluto da parte  di Luigi Fenati, presidente della Fondazione per l'Agricoltura F.lli Navarra, e gli interventi di Graziano Miani (Federbio) sulle tecniche e le operazioni in agricoltura biologica e di Alessandro Zago (Fondazione per l'Agricoltura F.lli Navarra) sulle attività sperimentali nel campo sperimentale.
 
A tal proposito Sara Guerrini, Agriculture Public Affairs di NOVAMONT, ha presentato le caratteristiche fondamentali delle pacciamature biodegradabili in Mater-Bi  (link sito), utilizzate nelle prove di mais.

La successiva visita in campo è stata guidata da Andrea Biondi della Fondazione per l'Agricoltura F.lli Navarra.

La giornata ha visto un’ampia presenza di operatori e tecnici del settore (oltre 60 partecipanti), che hanno seguito con interesse le prove. In particolare la prova di pacciamatura su mais ha messo in evidenza che, a due mesi dalla semina e dal trapianto della coltura, le piante pacciamate presentano uno sviluppo e un vigore superiore rispetto alle piante non pacciamate. Questa tecnica potrebbe essere molto interessante per il mais ed altre colture seminative, in quanto consente una maggiore adattabilità della coltura ed una flessibilità nel periodo di semina (anticipo).
 
Tutti i dati agronomici e meteo del campo saranno raccolti per verificare l’influenza dei teli sulla coltura e per definire la tecnica più adeguata.